top of page

Quattro giorni nel Circeo e sulla Costa di Ulisse (Gaeta)

Cerchi dei suggerimenti per pianificare il tuo prossimo weekend allungato nel Circeo e i suoi dintorni? Dai un'occhiata al nostro itinerario con tutte le informazioni pratiche e lasciati inspirare nel creare il tuo viaggio

Aerial view from Forte San Filippo, Feniglia coast in background
 

Il nostro itinerario



Giorno 1 – arrivo– San Felice Circeo (è piovuto tutto il giorno- sic!)

Giorno 2 – Parco Nazionale del Circeo: sentiero costiero n. 757 e centro storico di San Felice Circeo - tramonto a Torre Paola (Sabaudia)

Giorno 3 – Gaeta and sentiero LH17 nel Parco di Monte Orlando

Giorno 4 – Terracina (Tempio di Giove chiuso) – Grotte di Pastena – ritorno a casa


Se avete più tempo in questa area, non perdetevi anche:

  1. Isola di Ponza e le vicine isolette di Zannone e Palmarola nonche l’Isola di Ventotene

  2. Il sentiero 750 da San Felice Circeo al Picco di Circe (un trekking lungo e abbastanza impegnativo: per escursionisti esperti)

  3. Sperlonga e la vicina Villa e Grotta di Tiberio

  4. La costa di Ulisse e in particolare la spiaggia dei 300 gradini

 

Parco Nazionale del Circeo

Nel parco ci sono vari sentieri, di varie lunghezze e difficoltà (per la lista completa vedi http://www.parcocirceo.it/pdf/Cartina_sentieri_promontorio_Circeo.pdf )

Volevamo fare quello fino al Picco di Circe (sentiero n. 750 con partenza da San Felice Circeo), ma visto il meteo incerto e la pioggia del giorno precedente ce lo hanno sconsigliato essendo parecchio esposto con parti quasi in arrampicata e quindi con il terreno bagnato sarebbe diventato pericoloso!

Abbiamo scelto come alternativa quindi il sentiero panoramico costiero (n.757) che partendo dal centro storico di San Felice Circeo, passa per il Faro, pinete, scogliere, grotte costiere ( la più famosa, la Grotta delle Capre) arrivando fino al punto panoramico di Le Batterie da cui si vedono da un lato le isole pontine e alle nostre spalle il Picco di Circe !

Tramonto a Torre Paola (Sabaudia)


il miglior posto per vedere il tramonto nel Circeo? Decisamente, Torre Paola (Sabaudia): il mare da una parte, il promontorio del Circeo dell’altra con il Picco di Circe che svetta e ancora la laguna che si fonde con il litorale, le rovine di una antica torre difensiva a picco sul mare….nella golden hour il sole si tuffa nel mare e tutto si tinge di una luce calda che rende i colori meravigliosi!

Gaeta

A Gaeta non perdetevi:

  1. la Montagna Spaccata

  2. il sentiero LH17 nel Parco Regionale di Monte Orlando

  3. la vista sul castello Aragonese

  4. un giro nel centro storico di questo delizioso borgo marinaro

La Montagna Spaccata è Uno dei luoghi più suggestivi e mistici di Gaeta…nel Vangelo si legge che abbia avuto origine sacra:


“E Gesù emesso un alto grido, spirò…. la terra si scosse, le rocce si spezzarono”….. creando appunto una stretta spaccatura nella roccia.


Oggi è possibile accedere alla Montagna Spaccata con una scalinata che termina su una terrazza a strapiombo sul mare da cui sono visibili due scogliere altissime (oltre 150m)

Alla scalinata che porta nelle viscere della montagna, si accede dal Santuario della Trinità costruito sulla falesia. Nel complesso è possibile visitare anche la Grotta del Turco che dice sia bellissima, ma che purtroppo era chiusa il giorno che c’eravamo noi.


Ma la conoscete la leggenda della “Mano del Turco”?


Lungo la scalinata che passa attraverso la Montagna Spaccata, si può vedere sopra una iscrizione in latino un' impronta di una mano impressa nella roccia. La leggenda narra che sia appartenuta a un marinaio turco che scettico sull'origine dell’apertura della fenditura alla morte di Cristo non appena appoggiò la mano sulla roccia, questa si liquefò come cera sotto le sue dita, lasciando così l'impronta nitida della mano e delle 5 dita che ancora adesso è possibile vedere!

Il Castello Aragonese di Gaeta

Il castello da un lato appoggia su una scogliera a strapiombo sul mare, dall’altro domina il borgo costiero di Gaeta…per vedere una vista mozzafiato su tutto il promontorio, salite per il sentiero che parte nelle vicinanze del castello verso il Mausoleo di Lucio Munazio Planco nel parco del Monte Orlando e dopo pochi


Il sentiero LH17 nel Parco Regionale di Monte Orlando

Il sentiero è adatto a tutti: è lungo circa 4.5km e si compie in circa 3 ore, ma vi consigliamo di dedicare una giornata intera per visitare senza fretta tutte le bellezze che incontrerete lungo il percorso nonché il borgo marinaro di Gaeta


Il punto di partenza è il Santuario della SS. Trinità, da dove si accede anche alla suggestiva Montagna Spaccata.


Vi consigliamo di posteggiare l’auto o il camper nel parcheggio a pagamento vicino al centro di Gaeta in Via Munazio Planco (2euro/ora o 15Euro tutto il giorno) e poi percorrere Via Munazio Planco a piedi fino al Santuario seguendo le indicazioni lungo la strada. Nel parcheggio è presente anche un pannello con la cartina del sentiero: fategli una foto da portare con voi per orientarvi al meglio.


In questo meraviglioso sentiero si concentrano bellezze naturalistiche e archeologiche nonché luoghi di culto e di mistero come il Santuario della SS Trinità, la Montagna Spaccata, la Grotta del Turco, resti di mura romane ma anche di fortificazioni borboniche e gallerie scavate nel monte ad uso militare, diverse polveriere e il ben conservato Mausoleo di Lucio Munazio Planco.


Il percorso alterna parti nel bosco con parti su una stradina asfaltata chiusa alle auto e da più parti si aprono viste spettacolari su falesie altissime che cadono a strapiombo nel mare e le isole ponziane. Nelle giornate terse si riesce a vedere anche fino ad Ischia.


Arrivati al Mausoleo di Lucio Munazio Planco invece di tornare indietro prendete il sentiero che porta fino al Castello Aragonese nel centro di Gaeta e poi rientrate al parcheggio di Via Munazio Planco attraversando il centro storico di Gaeta e il lungomare, facendo così un anello.

Terracina


Qui non perdetevi il ben conservato tempio di Giove a picco sul mare e che domina il borgo di Terracina dalla vetta del Monte Sant'Angelo.

Purtroppo, il Tempio non è visitabile in questo periodo perché in fase di restauro, ma per tutte le info per la visita potete consultare il sito ufficiale https://comune.terracina.lt.it/contenuti/49704/tempio-giove-anxur

Grotte di Pastena


Le grotte sono lunghe 3km e visitabili per 1km: nel percorso passerete diverse sale con stalattiti e stalagmiti grandiose dalle forme più disparate e una anche con una cascata che crea un effetto molto suggestivo. Pensare che per formare 1 cm di una stalattite/stalagmite ci vogliono 50 anni, si rimane ancora più stupefatti!

Le grotte sono state scoperte nel 1926 e sono state un rifugio per la popolazione locale durante la Seconda Guerra Mondiale.

All’interno la temperatura è costante estate e inverno e si aggira trai 15-16gradi con un’umidità del 95%


Un consiglio: mettetevi una felpa con cappuccio perché in una delle sale vive una colonia di pipistrelli che tendono a svolazzarvi vicino quando passate

 

INFORMAZIONI PRATICHE

  1. nella zona ci sono vari campeggi, noi abbiamo scelto di fare base a Circemed (www.circemed.com), un’area di sosta camper nel verde, a circa 3km dal paese di San Felice Circeo (raggiungibile a piedi/bici o con la navetta dal campeggio quando disponibile perché specialmente fuori stagione è prevista a singhiozzo); un’alternativa è Circeo Camper (www.circeocamper.it) che si trova a 1km da San Felice Circeo (se si trova posto e se è aperto).

  2. dal paese di San Felice Circeo iniziano quasi tutti i sentieri del Parco Nazionale del Circeo

  3. Per la lista e info di tutti i sentieri del Circeo http://www.parcocirceo.it/pdf/Cartina_sentieri_promontorio_Circeo.pdf

  4. a Torre Paola per vedere il tramonto è possibile parcheggiare l’auto o il camper nei parcheggi a pagamento lungo strada, ma vi consigliamo di evitare i fine settimana perché altrimenti trovare un posto libero è praticamente impossibile!

  5. Per esplorare Gaeta e percorrere il sentiero panoramico LH17 nel Parco del Monte Orlando: vi consigliamo il parcheggio a pagamento (anche per camper) in Via Munanzio Planco, Gaeta ( 2euro/ora - 15 euro tutto il giorno)

  6. Terracina: vi consigliamo il parcheggio a pagamento (anche per camper) in Via Marco Polo, 7 Terracina vicino al lungomare e al centro storico

  7. Grotte di Pastena: visitabili solo con visita guidata (ca. 1h); per gli orari di apertura consultate il sito http://www.grottepastenacollepardo.it/ e chiamate lo 0776 546322 o 347.5221690 per prenotare la visita (costo 9euro a persona). Parcheggio gratuito per auto e camper davanti alla biglietteria del centro visitatori

Per scoprire di più su questi luoghi dai un'occhiata ai post di maggio 2021 sulla nostra pagina Instagram @2intour



17 visualizzazioni

Comments


bottom of page