Four days in Circeo and Ulisse Coast (Gaeta) Italy

Clicca qui per la versione in italiano


Looking for quick tips to plan your next trip to Circeo and Gaeta? Check out our Itinerary and some practical info that can be useful to inspire you in organize your travel!

Aerial view from Forte San Filippo, Feniglia coast in background
 

Our itinerary in a nutschell


Day 1 – getting there – San Felice Circeo (rain all day long- sic!)

Day 2 – Circeo National Park: coastal path 757 and San Felice Circeo historical center – sunset in Torre Paola (Sabaudia)

Day 3 – Gaeta and path LH17 in Monte Orlando Park

Day 4 – Terracina (Tempio di Giove closed) – Pastena’s Grotto – back home


If you have more time in this area, do not miss also:

  1. Ponza Island and the nearby tiny islands of Zannone and Palmarola as well as Ventotene Island

  2. Path 750 from San Felice Circeo to Circe Peak (trekking quite long and difficult: for experts trekkers)

  3. Sperlonga and Tiberio’s Roman Villa and Cave

  4. Ulisse Coast: spiaggia dei 300 gradini

 

Circeo National Park


In the Circeo National Park there are various paths, of various lengths and difficulties: for more info and the list of the trails see http://www.parcocirceo.it/pdf/Cartina_sentieri_promontorio_Circeo.pdf

We wanted to do the one up to the Circe peak (path n. 750), but given the uncertain weather and the rain of the previous day, it was too dangerous.

We therefore chose the coastal scenic path (n.757) which, starting from the historical center of San Felice Circeo, passes through the lighthouse, pine forests, cliffs, coastal caves (the most famous Grotta delle Capre) reaching the panoramic point of Le Batterie from where you can see on one side Ponza Island and on the other side the Circe peak!

Sunset in Torre Paola (Sabaudia)

The best spot to see the sunset in Circeo? Torre Paola (Sabaudia) … on one side an ancient defensive tower overlooking the sea, on the other side the promontory with Circe Peak and a seaside lagoon…during the golden hour the sun goes down in the sea and the light makes colors wonderful!

Gaeta

In Gaeta do not miss:

1. The Split Mountain

2. Path LH17 in the Monte Orlando Regional Park

3. The view on the Aragonese Castle

4. Wandering in the lovely hitorical center of this seaside village

The Split Mountain, one of the most suggestive and mystic place in Gaeta...


…in the Gospel we read “And Jesus cried and yelded up his spirit..the earth shook, and the rocks were split”


Today, it is possible to access to the Split Mountain with a staircase that ends on a terrace overlooking the sea and 2 steep cliffs (highs over 150m)

The staircase leading into the mountain is reachable from the Sanctuary of the Trinity built on a rocky cliff. In the complex is also possible to visit the awesome Turk’s Grotto, but unfortunately it was closed the day we were there.

But do you know the Legend of the Turk?

Along the steps that pass through the Split Mountain, you can see above a Latin inscription the shape of a hand imprinted in the rock. The Legend wants that a Muslim pirate who had heard the traditional story of the Split Mountain created by Jesus’s last breath, not believing it, had touched the rock which liquefied

Aragonese Castle: on one side it dominates the seaside village of Gaeta and on the other side it is laid on a cliff overlooking the sea….for a breathtaking view on the promontory take the panoramic path starting near the castle in direction of Lucio Munazio Planco’s Mausoleum in Monte Orlando Park and after few minutes you will see this amazing view…


Path LH17 in the Monte Orlando Regional Park

The trail is easy and it is about 4.5km (about 3 hours), but we suggest you to dedicate a whole day to visit without rush all the beauties you will encounter along the path as well as the seaside village of Gaeta.


The starting point is the Sanctuary of the Trinity, from where you can also access to the suggestive Split Mountain.


We advise you to park your car or camper in the toll parking near the center of Gaeta in Via Munazio Planco (2euro / hour or 15Euro all day) and then take Via Munazio Planco up to the Sanctuary following the indications along the road . In the parking there is also a panel with a map of the trail: take a photo of the map and bring it with you!


In this wonderful path, you will encounter naturalistic and archaeological beauties as well as spiritual and mistery places such as the Sanctuary of the Trinity, the Split Mountain, the Turkish Grotto, ruins of Roman walls but also of Bourbon fortifications and tunnels dug into the mountain for military use, several powder cases and the well-preserved Mausoleum of Lucio Munazio Planco.


The path is in part in the woods and in parts on a tiny street closed to the cars: at every corner you will enjoy spectacular views on steep cliffs and the Ponzian islands. In the clearer days you can also see Ischia Island.


Arriving at the Mausoleum of Lucio Munazio Planco instead of going back, take the path that leads to the Aragonese Castle in the center of Gaeta and then return to the parking in Via Munazio Planco crossing the historic center of Gaeta and the seafront, thus making a ring.


Terracina


Here do not miss the well preserved Giove Temple overlooking the sea and the village of Terracina from the peak of Monte Sant’Angelo . Unfortunately, the Temple is not visitable in this period because under restoration. For all the info for the visit check the official website https://comune.terracina.lt.it/contenuti/49704/tempio-giove-anxur


Pastena’s Grotto


The caves are 3km long and can be visited for 1km: along the way you will pass several rooms with grandiose stalactites and stalagmites and one with a waterfall that creates a very suggestive effect.


The caves were discovered in 1926 and served as a refuge for the local population during the Second World War.


Inside, the temperature is constant in summer and winter and is between 15-16 degrees with a humidity of 95%


A tip: put on a hoodie because in part of the caves there is a colony of bats that tend to flit near you when you pass

 

PRACTICAL INFO


1. Camping in San Felice Circeo (our base): www.circemed.com, an equipped area for camper in the nature: 1km from the seaside and 3km from San Felice Circeo historical, reachable from the camping on foot/ by bike or with the bus/shuttle ( unfortunately not so frequent )


Another alternative is www.circeocamper.it on the seaside and just 1km from the historical center of San Felice Circeo (if it is open and if it is not full).


2. The historical center of San Felice Circeo is also the departure point of the majority of the trails in the Circeo National Park


3. For the list of the trails in Circeo National Park, see http://www.parcocirceo.it/pdf/Cartina_sentieri_promontorio_Circeo.pdf


4. To see the sunset in Torre Paola (Sabaudia): you can park your car or camper in the parkings along the street but avoid the weekend when there is too crowd and find a place is quite impossible!


5.To xplore Gaeta and make the scenic path LH17 in Monte Orlando Park : we suggest you the toll parking (also for camper) in Via Munanzio Planco, Gaeta (2euro/h - 15 euro all day)


5. To explore Gaeta and make the scenic path LH17 in Monte Orlando Park : we suggest you the toll parking (also for camper) in Via Munanzio Planco, Gaeta (2euro/h - 15 euro all day)


7. Pastena’s Grotto are visitable only with a guided tour (approx. 1h); check the official website http://www.grottepastenacollepardo.it/ for the opening hours and call 0039 - 0776 546322 or 0039 347.5221690 to book your visit (9euro per person). Free parking for car and camper in front of the visitor center



To discover more about these places have a look to our posts and stories dedicated to Circeo and Gaeta dated May 2021 on our Instagram page @2intour

 

Quattro giorni nel Circeo e sulla Costa di Ulisse (Gaeta)


Cerchi dei suggerimenti per pianificare il tuo prossimo weekend allungato nel Circeo e i suoi dintorni? Dai un'occhiata al nostro itinerario con tutte le informazioni pratiche e lasciati inspirare nel creare il tuo viaggio


Il nostro itinerario



Giorno 1 – arrivo– San Felice Circeo (è piovuto tutto il giorno- sic!)

Giorno 2 – Parco Nazionale del Circeo: sentiero costiero n. 757 e centro storico di San Felice Circeo - tramonto a Torre Paola (Sabaudia)

Giorno 3 – Gaeta and sentiero LH17 nel Parco di Monte Orlando

Giorno 4 – Terracina (Tempio di Giove chiuso) – Grotte di Pastena – ritorno a casa


Se avete più tempo in questa area, non perdetevi anche:

  1. Isola di Ponza e le vicine isolette di Zannone e Palmarola nonche l’Isola di Ventotene

  2. Il sentiero 750 da San Felice Circeo al Picco di Circe (un trekking lungo e abbastanza impegnativo: per escursionisti esperti)

  3. Sperlonga e la vicina Villa e Grotta di Tiberio

  4. La costa di Ulisse e in particolare la spiaggia dei 300 gradini

 

Parco Nazionale del Circeo

Nel parco ci sono vari sentieri, di varie lunghezze e difficoltà (per la lista completa vedi http://www.parcocirceo.it/pdf/Cartina_sentieri_promontorio_Circeo.pdf )

Volevamo fare quello fino al Picco di Circe (sentiero n. 750 con partenza da San Felice Circeo), ma visto il meteo incerto e la pioggia del giorno precedente ce lo hanno sconsigliato essendo parecchio esposto con parti quasi in arrampicata e quindi con il terreno bagnato sarebbe diventato pericoloso!

Abbiamo scelto come alternativa quindi il sentiero panoramico costiero (n.757) che partendo dal centro storico di San Felice Circeo, passa per il Faro, pinete, scogliere, grotte costiere ( la più famosa, la Grotta delle Capre) arrivando fino al punto panoramico di Le Batterie da cui si vedono da un lato le isole pontine e alle nostre spalle il Picco di Circe !

Tramonto a Torre Paola (Sabaudia)


il miglior posto per vedere il tramonto nel Circeo? Decisamente, Torre Paola (Sabaudia): il mare da una parte, il promontorio del Circeo dell’altra con il Picco di Circe che svetta e ancora la laguna che si fonde con il litorale, le rovine di una antica torre difensiva a picco sul mare….nella golden hour il sole si tuffa nel mare e tutto si tinge di una luce calda che rende i colori meravigliosi!

Gaeta

A Gaeta non perdetevi:

  1. la Montagna Spaccata

  2. il sentiero LH17 nel Parco Regionale di Monte Orlando

  3. la vista sul castello Aragonese

  4. un giro nel centro storico di questo delizioso borgo marinaro

La Montagna Spaccata è Uno dei luoghi più suggestivi e mistici di Gaeta…nel Vangelo si legge che abbia avuto origine sacra:


“E Gesù emesso un alto grido, spirò…. la terra si scosse, le rocce si spezzarono”….. creando appunto una stretta spaccatura nella roccia.


Oggi è possibile accedere alla Montagna Spaccata con una scalinata che termina su una terrazza a strapiombo sul mare da cui sono visibili due scogliere altissime (oltre 150m)

Alla scalinata che porta nelle viscere della montagna, si accede dal Santuario della Trinità costruito sulla falesia. Nel complesso è possibile visitare anche la Grotta del Turco che dice sia bellissima, ma che purtroppo era chiusa il giorno che c’eravamo noi.


Ma la conoscete la leggenda della “Mano del Turco”?


Lungo la scalinata che passa attraverso la Montagna Spaccata, si può vedere sopra una iscrizione in latino un' impronta di una mano impressa nella roccia. La leggenda narra che sia appartenuta a un marinaio turco che scettico sull'origine dell’apertura della fenditura alla morte di Cristo non appena appoggiò la mano sulla roccia, questa si liquefò come cera sotto le sue dita, lasciando così l'impronta nitida della mano e delle 5 dita che ancora adesso è possibile vedere!

Il Castello Aragonese di Gaeta

Il castello da un lato appoggia su una scogliera a strapiombo sul mare, dall’altro domina il borgo costiero di Gaeta…per vedere una vista mozzafiato su tutto il promontorio, salite per il sentiero che parte nelle vicinanze del castello verso il Mausoleo di Lucio Munazio Planco nel parco del Monte Orlando e dopo pochi


Il sentiero LH17 nel Parco Regionale di Monte Orlando

Il sentiero è adatto a tutti: è lungo circa 4.5km e si compie in circa 3 ore, ma vi consigliamo di dedicare una giornata intera per visitare senza fretta tutte le bellezze che incontrerete lungo il percorso nonché il borgo marinaro di Gaeta


Il punto di partenza è il Santuario della SS. Trinità, da dove si accede anche alla suggestiva Montagna Spaccata.


Vi consigliamo di posteggiare l’auto o il camper nel parcheggio a pagamento vicino al centro di Gaeta in Via Munazio Planco (2euro/ora o 15Euro tutto il giorno) e poi percorrere Via Munazio Planco a piedi fino al Santuario seguendo le indicazioni lungo la strada. Nel parcheggio è presente anche un pannello con la cartina del sentiero: fategli una foto da portare con voi per orientarvi al meglio.


In questo meraviglioso sentiero si concentrano bellezze naturalistiche e archeologiche nonché luoghi di culto e di mistero come il Santuario della SS Trinità, la Montagna Spaccata, la Grotta del Turco, resti di mura romane ma anche di fortificazioni borboniche e gallerie scavate nel monte ad uso militare, diverse polveriere e il ben conservato Mausoleo di Lucio Munazio Planco.


Il percorso alterna parti nel bosco con parti su una stradina asfaltata chiusa alle auto e da più parti si aprono viste spettacolari su falesie altissime che cadono a strapiombo nel mare e le isole ponziane. Nelle giornate terse si riesce a vedere anche fino ad Ischia.


Arrivati al Mausoleo di Lucio Munazio Planco invece di tornare indietro prendete il sentiero che porta fino al Castello Aragonese nel centro di Gaeta e poi rientrate al parcheggio di Via Munazio Planco attraversando il centro storico di Gaeta e il lungomare, facendo così un anello.

Terracina


Qui non perdetevi il ben conservato tempio di Giove a picco sul mare e che domina il borgo di Terracina dalla vetta del Monte Sant'Angelo.

Purtroppo, il Tempio non è visitabile in questo periodo perché in fase di restauro, ma per tutte le info per la visita potete consultare il sito ufficiale https://comune.terracina.lt.it/contenuti/49704/tempio-giove-anxur

Grotte di Pastena


Le grotte sono lunghe 3km e visitabili per 1km: nel percorso passerete diverse sale con stalattiti e stalagmiti grandiose dalle forme più disparate e una anche con una cascata che crea un effetto molto suggestivo. Pensare che per formare 1 cm di una stalattite/stalagmite ci vogliono 50 anni, si rimane ancora più stupefatti!

Le grotte sono state scoperte nel 1926 e sono state un rifugio per la popolazione locale durante la Seconda Guerra Mondiale.

All’interno la temperatura è costante estate e inverno e si aggira trai 15-16gradi con un’umidità del 95%


Un consiglio: mettetevi una felpa con cappuccio perché in una delle sale vive una colonia di pipistrelli che tendono a svolazzarvi vicino quando passate

 

INFORMAZIONI PRATICHE

  1. nella zona ci sono vari campeggi, noi abbiamo scelto di fare base a Circemed (www.circemed.com), un’area di sosta camper nel verde, a circa 3km dal paese di San Felice Circeo (raggiungibile a piedi/bici o con la navetta dal campeggio quando disponibile perché specialmente fuori stagione è prevista a singhiozzo); un’alternativa è Circeo Camper (www.circeocamper.it) che si trova a 1km da San Felice Circeo (se si trova posto e se è aperto).

  2. dal paese di San Felice Circeo iniziano quasi tutti i sentieri del Parco Nazionale del Circeo

  3. Per la lista e info di tutti i sentieri del Circeo http://www.parcocirceo.it/pdf/Cartina_sentieri_promontorio_Circeo.pdf

  4. a Torre Paola per vedere il tramonto è possibile parcheggiare l’auto o il camper nei parcheggi a pagamento lungo strada, ma vi consigliamo di evitare i fine settimana perché altrimenti trovare un posto libero è praticamente impossibile!

  5. Per esplorare Gaeta e percorrere il sentiero panoramico LH17 nel Parco del Monte Orlando: vi consigliamo il parcheggio a pagamento (anche per camper) in Via Munanzio Planco, Gaeta ( 2euro/ora - 15 euro tutto il giorno)

  6. Terracina: vi consigliamo il parcheggio a pagamento (anche per camper) in Via Marco Polo, 7 Terracina vicino al lungomare e al centro storico

  7. Grotte di Pastena: visitabili solo con visita guidata (ca. 1h); per gli orari di apertura consultate il sito http://www.grottepastenacollepardo.it/ e chiamate lo 0776 546322 o 347.5221690 per prenotare la visita (costo 9euro a persona). Parcheggio gratuito per auto e camper davanti alla biglietteria del centro visitatori

Per scoprire di più su questi luoghi dai un'occhiata ai post di maggio 2021 sulla nostra pagina Instagram @2intour



6 views