Exploring Mpumalanga (South Africa)

Clicca qua per la versione in italiano


Let's explore the wild Mpulanga area, the place where the sun raises! Check out this article for some insights on the top things you can not miss!

"When you think positive, good things happen". Matt Kemp

Mpumalanga ("the place where the sun rises" in the local Swazi language) is a province of South Africa mostly known for the Kruger National Park, yet this small region offers a wonderful variety of different landscapes.


Our itinerary starts driving along the awesome Panorama Route, an incredible sequence of breathtaking views, gorges, waterfalls and lush hills. Starting from Nespruit, the first leg of our daily trip is God's Window, a panoramic view point easily reachable with a short hike up the trail starting from its car park.


Only 35 km far from here there is another remarkable site we strongly suggest you: Bourke's Luck Potholes. This place takes its name from Tom Bourke, a gold seeker of the 18th century who probably never found gold here; over time, the rocks have been deeply carved by pebbles swirling around in the pools formed where the Blyde and Treur River meet, generating large cylindrical potholes in the sandstone bedrock. Walking along the trail it is possible to cross the bridges and taking beautiful shots of these rock features from the viewing platforms.


Driving few kilometers further is possible to get to the Blyde River Canyon Nature Reserve, the largest green canyon of the world stretching over 26 km and hosting another breathtaking view point: TheThree Rondavels. The hard top layer of these three round mountains has been eroded slower than the layers below, forming this peculiar shape resembling the African rondavels, traditional homesteads made with local raw materials.

From here the spectacular view embraces the canyon and the three mountains resulting in a charming landscape.


Before coming back to White River we decide to visit the Elephant Whispers sanctuary (https://www.elephantwhispers.co.za/) for an unforgettable experience with the elephants. In this conservation park is possible to interact with six elephants who were rescued from planned game reserve and understand their anatomy and interesting facts about their skills. Unfortunately toda these animals are endangered by humans and WWF reports that every year more than 20.000 animals are killed due to illegal hunting practices. If you want to support their activity here you can find a link to discover more and to make a donation (https://sostieni.wwf.it/aiuta-elefante.html?utm_source=wwf.it&utm_medium=link_pagina&utm_campaign=elefante)


Did you enjoy our article? Read the other posts and follow our IG page @2intour

Mpumalanga: il luogo dove sorge il Sole


La regione dello Mpumalanga (o "il luogo dove sorge il Sole" nella lingua Zulu) si trova nella parte Nord-Occidentale del Sud Africa ed è spesso associata al meraviglioso parco Kruger, tappa immancabile di qualsiasi safari fotografico nel paese; tuttavia questa area ospita alcuni tra i paesaggi più suggestivi che abbiamo visto durante il nostro viaggio che meritano sicuramente una sosta di almeno un paio di giorni.

Il nostro itinerario fa base nella cittadina di White River da cui possiamo comodamente raggiungere tutte le nostre tappe percorrendo la famosa Panorama Route, una strada che offre una sequenza di viste mozzafiato su una serie di gole e cascate naturali.

1. La prima sosta è a God's Window, un punto panoramico facilmente raggiungibile con un mini trekking di una decina di minuti che parte direttamente dal parcheggio delle auto. Una volta arrivati al punto panoramico si apre una vista sul Blyde River Canyon le cui pareti verticali arrivano ad una altezza di oltre 700 metri. Nelle giornate di sole la vista spazia su tutta la valle per centinaia di chilometri e non è difficile capire perché gli è stato attribuito il nome di “finestra di Dio”.. un vero Eden naturale

2. Da qua percorriamo circa 35 km in auto per raggiungere le Bourke's Luck Potholes. Il nome di questo luogo deriva da Tom Bourke, un cercatore d’oro del 18mo secolo (che probabilmente non trovò mai l’oro in questo luogo); nel corso dei secoli le rocce sono state naturalmente erose dall’azione congiunta delle acque dei fiumi Blyde e Treur e dei ciottoli, generando delle larghe cavità rotonde nei basamenti rocciosi di arenaria. Un percorso attraversa queste gole attraversando il fiume e dal ponte è possibile scattare delle belle fotografie dall’alto

3. Ancora qualche chilometro ed entriamo nella Riserva Naturale del Blyde River Canyon, il più largo canyon verde del mondo che si estende per ben 26 km. Uno dei punti panoramici più suggestivi si può facilmente raggiungere in auto ed offre una vista spettacolare sulle Three Rondavels: Si tratta di tre cime montuose stondate il cui processo di erosione è stato più lento rispetto agli strati circostanti, dando la tipica forma delle rondavel africane, le tipiche abitazioni con il tetto di paglia stondato.

4. Da questo punto è necessario tornare indietro fino al God’s Window, dove imbocchiamo la strada R535 per fare una visita molto particolare. Abbiamo deciso di visitare l’Elephant Whispers (https://www.elephantwhispers.co.za/), un conservation center in cui sono ospitati alcuni esemplari di elefante ed in cui è possibile prendere parte ad alcune attività didattiche guidate per conoscere questi magnifici animali. L’interazione con loro è strettamente guidata, è effettuata nel rispetto degli animali (spesso salvati da situazioni difficili e dal bracconaggio) ed avviene nel loro habitat naturale. Abbiamo imparato tantissime cose sulla loro anatomia, sulla loro intelligenza e sulle loro relazioni all’interno del branco. Stare a pochi passi da Tembo, un maschio alto più di tre metri fa un certo effetto.. ma è stata una delle emozioni più forti di tutto il nostro viaggio in Africa che non dimenticheremo mai. Purtroppo ancora oggi gli elefanti sono una specie costantemente minacciata dalla pratica della caccia clandestina ed ogni anno vengono massacrati più di 20.000 esemplari di elefante Africano. Enti come il WWF sono costantemente impegnati nella loro protezione e tutti noi possiamo fare la differenza, ad esempio sostenendoli con una piccola donazione. Per chi fosse interessato mettiamo qua un link per sostenere il loro impegno (https://sostieni.wwf.it/aiuta-elefante.html?utm_source=wwf.it&utm_medium=link_pagina&utm_campaign=elefante)

To discover more about these places, have a look to our posts and stories dedicated to South Africa dated September 2017 on our Instagram page @2intour


Did you enjoy our article? Read the other articles and for more photos and videos follow our IG page @2intour